Il Team nel Team

Un giorno da sportivo
26 novembre 2017

Il Team nel Team

Mi piace pensare alla mia squadra di collaboratori come una squadra di calcio, metafora abusatissima, ma che rende l’idea di come possa essere considerato anche un team/azienda. Bisogna pensare ad essa come ad un insieme di persone che si mettono in gioco, ognuno sfruttando il proprio talento e le proprie capacità, per raggiungere un risultato comune. Ogni membro del team deve impegnarsi e dare il meglio di sé, ma non deve cedere alla tentazione di arrivare da solo in porta, anzi: il gol più bello sarà quello messo in rete a conclusione di un’azione ben studiata, nata dal contributo di tutti.

Sto cercando di trasferire questo schema nel mio lavoro dove l’approccio collaborativo risulta importante e prezioso. Lavora meglio chi , gestendo bene le relazioni interpersonali, sa coordinarsi con gli altri e mira a centrare un obiettivo comune.

La mia ad esempio è una continua ricerca della giusta strategia e delle giuste persone che va di pari passo con la necessità di vincere sfide che si fanno ogni giorno più complesse. Credo che nessuno, per quanto dotato e brillante, può fare bene da solo e questo lo apprezzo e capisco ogni giorno sempre di più.

Cosa intendo per lavoro di squadra?!
Come ho già detto, considerarsi parte di un progetto più ampio che, per raggiungere risultati importanti, ha bisogno del contributo di tutti. Nessuno può limitarsi a svolgere bene la propria mansione, ma deve pensare più in grande facendo perno sulla propria professionalità, sulla passione, sulla lealtà e sulla fiducia negli altri.

Dietro a questo bel risultato del DERMOVITAMINA TRIATHLON credo ci sia una certa intuizione nell’aver saputo puntare sulla squadra giusta fatta di persone giuste.

I lavoro di team leader è sempre molto delicato: gestire le risorse e accertarsi che tutte vengano coinvolte e gratificate, ma non solo … motivare, pianificare, organizzare, coordinare e, quando possibile, delegare.

Cerco di trasmettere sempre la mia vision tutti i giorni e tutti devono aver chiaro in mente qual è l’obiettivo ultimo che si intende centrare, ed individuare i punti di forza di ogni risorsa, in modo da assegnarle i giusti compiti. E cosa non secondaria, tentare di mantenere sempre alto il morale del gruppo, cercando di appianare le conflittualità che  a volte si innescano.

Ho imparato che coordinarsi con gli altri vuol dire concedersi la possibilità di imparare costantemente qualcosa di nuovo e di crescere, non solo nel lavoro.

Tutto ciò è estremamente affascinante e sento che la strada è quella giusta!

Grazie al mio team.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *