Un giorno da sportivo

Il fascino dell’ Autunno
24 novembre 2017
Il Team nel Team
29 novembre 2017

Un giorno da sportivo

Sabato 26 Novembre  ho partecipato insieme ai miei atleti del Dermovitamina Triathlon Team ad una gara a staffetta non competitiva che prevedeva 30 volte 1km da fare con minimo 10 atleti.

Sono solito partecipare, con i miei ragazzi, a gare non competitive o di gruppo, come questa staffetta , dove l’obiettivo principale è divertirsi e poi fare un buon risultato. Devo ammettere che l’agonismo dentro di me è tanto, e altrettanta è la voglia di vincere, ma spesso mi piace rinunciare alla mia prestazione individuale per dedicarmi agli altri e questo spesso mi appaga ma mi fa anche riflettere… E penso :
non ho più la stessa voglia di combattere per vincere come credo invece di avere? Sto maturando l’idea che è altrettanto bello vincere insieme agli altri?

Forse aver fatto sempre sport individuali mi ha portato a pensare prima a me stesso e poi agli altri, e forse adesso questo istinto di condividere le gioie, vittorie o semplicemente partecipare insieme, mi piace e mi colpisce!!!

Non credo di essere a fine carriera, non lo penso mai e questo mi dà forza. Un passato turbolento non ha permesso di esprimermi come potevo/volevo e quella voglia di dimostrare mi spinge sempre a dare di più, come una vocina in testa che in gara o negli allenamenti mi sussurra sempre: ”spingi di più, dai di più”!!!

Ieri mattina ero in pista, eravamo a metà gara … avevo appena finito la mia seconda frazione in 2’55” circa e stavo incitando i miei compagni; ad un certo punto si avvicina un ragazzo di un’altra squadra, che avrà avuto poco più di 45 anni, e mi dice :

” COMPLIMENTI ALESSANDRO, SEI UN VERO SPORTIVO, SEI FORTE E POTEVI GAREGGIARE CON UNA SQUADRA DI ATLETI PIU’ COMPETITIVI MA HAI PREFERITO RINUNCIARE E STARE CON I TUOI ATLETI E AMICI… QUESTO TI FA ONORE; UN ALTRO DEL TUO LIVELLO PROBABILMENTE NON L’AVREBBE FATTO”.

 

Sono rimasto colpito da questa sua espressione, molto spontanea peraltro, e lo ho ringraziato di cuore. Forse è stata la prima volta che qualcuno si è complimentato con me per un fatto sportivo che non fosse un piazzamento o un ottimo crono in una delle tre frazioni del triathlon.

 

Sono andato via con il cuore pieno di gioia, non solo per aver conquistato il 3° posto assoluto di squadra con tutti ragazzi non podisti e di età adulta, ma soprattutto per essermi sentito doppiamente SPORTIVO , sul campo e fuori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *